Piani di Comunicazione

Azioni finalizzate alla diffusione dei risultati e promozione

Informare i cittadini degli interventi effettuati, dei risultati raggiunti con il progetto, e promuovere una cultura della sicurezza stradale nelle scuole sono i principali obiettivi dell’Azione.

Le azioni di dettaglio sono:

  • 1 Organizzazione seminari, preparazione pubblicazioni, preparazione contenuti informativi, etc.
  • 2 Progetto operativo e realizzazione della Consulta Regionale della Sicurezza Stradale
  • 3 Utilizzo delle nuove tecnologie (App, etc) per la diffusione dei dati e di punti critici della rete infrastrutturale
  • 4 Azioni finalizzate alla diffusione dei risultati e promozione in istituti di istruzione ed altra realtà pubbliche e private
  • 5 Creazione del Portale Regionale della Sicurezza Stradale legato al software di gestione già in uso dal CRISC

Per quanto concerne la Consulta, essa è da considerarsi strumento essenziale di raccordo per la definizione delle priorità e la circolarità delle informazioni dagli Enti gestori e dalla Regione alla cittadinanza.

Sulla base del modello della Consulta nazionale sulla Sicurezza stradale, saranno coinvolti i Comuni con popolazione superiore ai 15.000 abitanti, Enti proprietari delle strade, insieme con gli enti di ricerca.

Alla luce dell’importanza della comunicazione on web, il portale dovrà essere progettato adottando una soluzione basata su un Content Management System evoluto potente e flessibile e Open Source.

Saranno tenuti presente e rispettati i criteri normativi e regolamentari in tema di usabilità e accessibilità.

Tutte le informazioni contenute nel portale dovranno essere strutturate in categorie a loro volta distinte in sottocategorie, suddivise in aree tematiche. La suddivisione dei contenuti in blocchi macro tematici intende appunto fornire una griglia di consultazione che consenta un reperimento agevole ed intuitivo delle informazioni a seconda dell’esigenza informativa immediata. Dovrà essere inoltre possibile accedere direttamente alle informazioni di interesse, ricercandole con una parola chiave (anche con ricerche combinata) oppure utilizzando la ricerca libera.

Il Collegamento con il progetto sarà assicurato attraverso informazioni strutturate in categorie a loro volta distinte in sottocategorie, suddivise in aree tematiche. La suddivisione dei contenuti in blocchi macro tematici intende appunto fornire una griglia di consultazione che consenta un reperimento agevole ed intuitivo delle informazioni a seconda dell’esigenza informativa immediata.

Sarà garantito un servizio news di livello regionale e nazionale.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *