Caratteri generali del CRISC

  1. Avviare una strategia multisettoriale che conduca all’integrazione tra i diversi livelli di governo e di gestione, sia in senso orizzontale che in senso verticale. Ciò può ottenersi realizzando una forma stabile di coordinamento e pianificazione degli interventi attraverso una organizzazione a rete delle principali istituzioni coinvolte in tema di sicurezza stradale. Nell’ambito di queste attività di coordinamento appare essenziale pertanto la promozione di accordi e intese che abbiano come finalità quella di organizzare l’apporto di più soggetti, pubblici e privati, che si impegnino, ciascuno per le proprie competenze, a collaborare per la realizzazione di interventi mirati a migliorare ed incrementare le azioni di prevenzione e controllo e per lo sviluppo di una rete di informazioni, di attività e servizi, finalizzati alla riduzione degli incidenti stradali.
  2. Migliorare le conoscenze sullo stato dell’incidentalità. Ciò può realizzarsi anzitutto mediante una integrazione della rilevazione ISTAT, così da ottenere una maggiore completezza e affidabilità dell’informazione e la possibilità di localizzare gli incidenti e le vittime sulla rete stradale urbana ed extraurbana. Solo in tal modo si potranno condurre analisi di dettaglio del fenomeno mirate alla individuazione dei fattori di rischio specifici presenti nelle diverse tratte stradali del territorio regionale.
  3. Migliorare la sicurezza delle infrastrutture stradali mediante la realizzazione di interventi mirati all’eliminazione di eventuali elementi di rischio. In tal senso si potranno avviare, su alcuni punti della rete, interventi sperimentali da estendere, in caso di provata efficacia, ad altri punti della rete che presentino analoghi elementi di rischio.
  4. Migliorare i comportamenti, avviando strategie di contrasto ai principali fattori di rischio legati al comportamento degli utenti della strada. Ciò può ottenersi integrando le attività di prevenzione, controllo e repressione attraverso progetti ed attività multisettoriali.