Sistemi per la correzione automatica degli errori di guida

Si tratta di sistemi, per ora presenti solo su veicoli di “gamma alta”, che controllano ad esempio la potenza disponibile sulle ruote motrici impedendo il loro slittamento e quindi la perdita di controllo in curva. Gli stessi sensori dell’ ABS, sulle ruote motrici, rilevano l’inizio dello slittamento e riducono automaticamente la potenza del motore. Scopri di più

Sistemi di rilevazione automatica delle condizioni psico-fisiche dei conducenti

Dalla convinzione che almeno il 20% degli incidenti gravi hanno come causa esclusiva o concomitante la stanchezza del conducente, e che almeno un altro 10% ha come causa situazioni di degrado psico-fisico (per malattia, assunzione di sostanze ecc.), sono nati una serie di progetti che intendono monitorare le condizioni del conducente, attivando un segnale di allarme a bordo del veicolo quando risulta che esse hanno raggiunto un determinato livello di pericolosità. Una prima serie di progetti ha cercato di individuare alcuni “segni fisici caratteristici”, quali la chiusura delle palpebre per un periodo troppo lungo, la diminuita tensione muscolare delle mani sul volante, la presenza di vapori alcolici nell’abitacolo. Scopri di più

Sistemi di comunicazione e di allarme per ostacoli o pericoli

Si tratta di sistemi diversi, con diverse funzioni. Nella descrizione, faremo riferimento a prodotti non necessariamente presenti sul mercato italiano, ma talvolta – in tutto od in parte – semplicemente oggetto di sperimentazione o in fase di avanzata progettazione. Un primo sistema lavora interconnesso in una “rete”: l’informazione sulla situazione di pericolo (ostacolo sulla strada, nebbia, ghiaccio ecc.), segnalata automaticamente dal sistema di allarme a bordo di un veicolo o manualmente dal suo guidatore oppure da organi di sorveglianza esterni (comprese apparecchiature automatiche lungo la strada) vengono trasmesse via radio ad una “centrale”, che poi le ritrasmette in tutta l’area interessata, in modo che esse possano venir captate da tutti veicoli dotati di apparecchiature compatibili, allertandone quindi i guidatori.

Scopri di più

Sistemi anti collisione

I sistemi anti-collisione sono dei rilevatori della presenza di ostacoli o di altri veicoli in avvicinamento.
Ve ne sono di vari tipi e con diverse funzioni, molti dei quali ancora in sperimentazione. Un primo tipo è costituito da un “radar”, montato sulla parte anteriore del veicolo, che emette in continuazione impulsi a microonde o ad infrarossi; questi si riflettono sugli ostacoli che incontrano e tornano indietro verso un’antenna ricevente montata nello stesso “radar”. Un particolare software, sulla base della velocità del veicolo e della distanza dall’ostacolo, giudica se esso può costituire un pericolo; in questo caso, attiva un allarme sonoro e ne segnala la posizione su un display. Scopri di più

ABS

L’ABS (Anti Brake-locking System)

L’ABS è un sistema che, in frenata, impedisce il bloccaggio di una ruota mentre le altre ancora girano.

Benché l’idea comune sia che l’ABS “serve per frenare in meno spazio”, non è questo il fine principale dell’ABS, anche se effettivamente, in alcune condizioni, si raggiunge anche quel risultato. Scopri di più

Cosa si intende per sicurezza attiva

Per sicurezza attiva si intende quell’insieme di dispositivi, sistemi od apparati che dovrebbero impedire il verificarsi di un incidente, con una funzione quindi soprattutto preventiva. Il sistema di sicurezza attiva più importante, a stretto rigore, è il conducente stesso, il cui perfetto “funzionamento” sarebbe la migliore garanzia contro la possibilità di un incidente. In realtà, rientrano nella sicurezza attiva un gran numero di dispositivi presenti sui veicoli, alcuni ben noti come ad esempio:

  • i freni
  • le luci
  • lo sterzo
  • i pneumatici e gli ammortizzatori
  • lo stesso tergicristallo, in determinate condizioni

Scopri di più